Contenuto

“Innovazione in movimento”

Soluzioni logistiche personalizzate, per l’organizzazione di spedizioni di merci per via aerea, marittima e terrestre.
Andrea Giachero spiega la filosofia della sua azienda, al servizio dei grandi gruppi industriali ma anche delle piccole imprese
(Guido Puopolo)

Una rete di trasporti affidabile e un sistema logistico in grado di ottimizzare costi e tempi di consegna sono ormai elementi indispensabili per qualsiasi azienda interessata a operare sui mercati globali. Rivolgersi a interlocutori capaci di garantire questi requisiti diventa quindi fondamentale per l’affermazione di un’attività imprenditoriale di qualsiasi tipo, ed è proprio in questo ambito che agisce con successo, da quasi ottant’anni, la Priano Marchelli & C. srl, società di spedizioni internazionali e logistica con sede a Genova, come spiega l’amministratore delegato Andrea Giachero: «Siamo specializzati nell’assistenza a compagnie armatoriali e società di ship management, attraverso servizi di magazzinaggio, consolidamento e trasporto di parti di ricambio ed equipaggiamento, per la riparazione e la manutenzione di navi operanti nei settori del commercio e della crocieristica internazionale. Siamo inoltre in grado di organizzare quotidianamente spedizioni aeree da e per qualsiasi Paese, attraverso un’ampia ed efficiente rete di corrispondenti in ogni angolo del mondo, così come trasporti terrestri su tutta la rete stradale e ferroviaria europea ». Un servizio completo, che da alcuni anni è stato integrato da una forte specializzazione nella logistica del fotovoltaico, e che, grazie all’esperienza acquisita, assicura il rispetto dei più elevati standard di sicurezza nel trasporto dei componenti e dei prodotti finiti in tutto il mondo. «Siamo certificati AEO FULL (Authorized Economic Operator) – sottolinea Giachero – Si tratta di un certificato con valenza comunitaria, rilasciato dall’Agenzia delle Dogane dopo apposito accertamento e audit di accreditamento. Un riconoscimento importante, rilasciato solo a chi comprova il rispetto degli obblighi doganali e dei criteri previsti per il sistema contabile, la solvibilità finanziaria e il possesso di requisiti relativi al rispetto di adeguate norme di sicurezza. Inoltre la nostra società è certificata ISO 9001 conforme alla nuova direttiva del 2008, mentre nel 2010 abbiamo raggiunto anche il BS OHSAS 18001:2007, un certificato relativo alla gestione della salute e sicurezza sul lavoro ». Nonostante il momento congiunturale non facile, che ha caratterizzato lo scenario dei mercati nazionali e internazionali, l’azienda nel suo piccolo, grazie a specifiche strategie di sviluppo adottate nel tempo, ha dimostrato di saper crescere, investire e consolidarsi in un mercato difficile quale quello dello shipping: «Trattiamo ogni genere di merce, per natura, forma, dimensioni e peso, in osservanza delle regolamentazioni vigenti, e la nostra vasta esperienza ci permette di consigliare i nostri partner sul metodo di spedizione più appropriato ed economico». La grande sfida nel prossimo futuro, per l’azienda, sarà dunque riuscire a continuare ad operare con professionalità e flessibilità in un contesto globale, adattandosi a una realtà in continua evoluzione: «Per questo motivo abbiamo fondato, insieme alla compagnia danese BlueWater Shipping, la “Cruise & Marine Logistic Network”, una società che nasce dall’amicizia, la professionalità e la profonda conoscenza reciproca di due aziende leader nella supply chain dell’industria navale. La società è nata con lo scopo di soddisfare a ogni esigenza degli armatori e dei cantieri navali mondiali, garantendo soluzioni worldwide di specialisti dell’industria, dislocati nelle aree più strategiche del globo. Questo – prosegue Giachero – ci ha permesso di risolvere, ad esempio, criticità come quelle legate al Dry-Dock Carnival Splendor, una delle navi da crociera più grandi del mondo, che lo scorso novembre prese fuoco al largo delle coste del Messico. In poco più di tre mesi, grazie al nostro intervento, sono state movimentate con successo oltre 700 tonnellate di materiale, uno sforzo volto a convogliare in California tutti i pezzi necessari a “riparare” la nave». Una realtà con una spiccata vocazione internazionale, che però non smette di investire sul territorio italiano,con particolare riferimento al mercato delle fonti rinnovabili: «A breve apriremo una piattaforma logistica nel Lazio – conclude Giachero – precisamente a Civitavecchia. La realizzazione di questa nuova struttura ci permetterà di soddisfare le richieste dei nostri committenti nel settore fotovoltaico, offrendo loro un centro di smistamento per il sud Italia, oltre chiaramente a fornire una presenza continua e ancora più importante nel settore del marine industry».

(“Il Giornale” – • DOSSIER LOGISTICA • LIGURIA 2011)

© 2011 — All rights reserved.