Contenuto

PARTONO DA GENOVA I PEZZI PER “CARNIVAL TRIUMPH”

Genova - La Priano Marchelli di Genova sta portando avanti le operazioni di logistica relative alla “Carnival Triumph”, la nave che lo scorso febbraio finì alla deriva a seguito incendio in sala macchine. Al momento “Triumph” si trova presso i cantieri di Mobile in Alabama in attesa di essere trasferita a Freeport il 30 aprile, per un altro mese di interventi di ristrutturazione e riparazione.

 

Con team dedicati presenti a Genova, Miami e Atlanta, Priano Marchelli sta movimentando per via aerea tutte le parti di rispetto destinate alla “Triumph”. «Ci rende orgogliosi – dice Andrea Giachero, amministratore delegato di Priano Marchelli – che Carnival continui a servirsi di una società genovese per seguire progetti di questa criticità che non permettono la minima sbavatura e impongono assoluta attenzione 24 ore su 24, sette giorni su sette».

 

«Siamo riusciti - dice Giachero – a nuovamente a dirottare sull’Aeroporto di Genova molti ordini di fornitori che ci permetteranno di far decollare l’ennesimo Boeing 747-400 del vettore Evergreen». Mercoledì notte l’aereo ha caricato circa 100 tonnellate di parti di riserva e atterrerà a Mobile per essere poi portato sotto bordo alla nave in 24 ore dal ricevimento della merce.

 

«Tengo a sottolineare che il direttore dell’aeroporto, Paolo Sirigu, e la storica squadra di ragazzi del cargo capitanata da Sergio Tintori hanno permesso di soddisfare le richieste del colosso americano dedicando un servizio eccezionale – aggiunge Giachero. – Ci rammarica però come lo scalo ligure non possa essere tenuto in considerazione per traffici ad oggi gestiti da altri aeroporti».

 

Negli ultimi dieci giorni per la “Triumph” sono stati movimentati circa 900 metri cubi di merce di cui circa 300 tonnellate sono volate dai principali hub europei sotto gestione Priano Marchelli. L’azienda inoltre, con un team dedicato presso il cantiere di Trieste, sta seguendo il progetto logistico per uno dei più importanti restyling mai realizzati prima d’ora.

 

Si tratta del drydock per la “Carnival Destiny”, un contratto del valore di oltre 155 milioni di dollari, i cui lavori di ristrutturazione sono così ampi ed estesi da portare alla creazione di una nave completamente nuova, anche nel nome.

 

La nave diventerà infatti a refitting ultimato “Carnival Sunshine”. «Anche sotto l’aspetto logistico un movimento immenso – commenta Giachero – difficile ma estremamente stimolante che ci apre le porte a operazioni che rappresentano l’immediato futuro dell’industria croceristica che vedrà sempre più interventi di refitting e new building». Per questo progetto dal primo febbraio 2013 Priano Marchelli ha movimentato 1.700 spedizioni, pari a 183.220 colli per un peso di 4,7 milioni di chili.

 

http://shippingonline.ilsecoloxix.it/p/porti_e_logistica/2013/04/18/APX6wpIF-triumph_marchelli_partono.shtml

 

© 2011 — All rights reserved.